PHOTO

© Antonio Ragusi

  • Antonio Ragusi

Un’immagine che va oltre le parole.

Aggiornato il: 5 giu 2018


Sono appena passate 24 ore dalla fine del XIX Festival INTERNAZIONALE delle Bande Musicali e Majorettes tenutosi a Giulianova, è stata una bellissima esperienza lavorativa ma soprattutto umana. Ho avuto modo di collaborare ad un progetto che vive da un ventennio grazie alla volontà dei suoi organizzatori e collaboratori, persone che hanno davvero a cuore questa manifestazione che danno davvero il massimo senza risparmiare tempo e fatica, bellissime persone. Ho voluto scegliere questo scatto per ringraziare l'organizzazione per la fiducia datami per raccontare il Vostro evento attraverso i miei scatti e le mie grafiche... Tra le tantissime fotografie fatte, sono riuscito a cogliere questa, anche se a prima vista può sembrare uno scatto qualsiasi, ha in se un grande senso del rispetto, amore per la propria passione, sportività, coraggio, forza e lealtà. Valori che nelle competizioni, forse, ormai non esistono quasi più. E' nel colore del bastone della ragazza al centro il mistero di questo scatto, che porta con se un senso di solidarietà umana che troppo spesso negli anni a venire è stata messa da parte, nelle gare come nella quotidianità. Avete notato che il bastone della ragazza al centro è di colore diverso rispetto al colore rosso delle altre majorettes del gruppo? non è un caso...

Ma facciamo un passo indietro. Siamo alle battute finali la Młodzieżowa Orkiestra Dęta Miasta Zwolenia della Polonia ha appena vinto, sta eseguendo l'ultima esibizione per salutare il pubblico, ma alla ragazzina al centro nella foto sfugge di mano il suo bastone, non riesce a recuperarlo perché vola via, dietro l'orchestra... non sa che fare, da' una rapida occhiata alla Mazziera per cercare aiuto, quest'ultima bisbiglia qualcosa, a questo punto la majorette continua l'esibizione mimando di avere il bastone, ma è visibilmente dispiaciuta di questa situazione, diventa semre più triste. Ed ecco che accade quello che non ti aspetti, un'altra ragazza dalla platea, un'altra Majorette di un'altra orchestra (intanto le altre bande sono tutte radunate giù per festeggiare i vincitori) lancia alla ragazza nella foto il proprio bastone. Un gesto di una sportività incredibile, che ti fa riflettere su quanto questo ambiente sia sano e leale, l'espressione in foto della ragazza è di chi è grato, voglio immaginare che questo possa essere la regola in questo ambiente e spero che questa manifestazione duri ancora per tanto, tantissimo tempo ancora. Sono davvero onorato di averla potuto vivere di persona e poterla raccontare con i miei scatti.


Foto e testo: Antonio Ragusi

80 visualizzazioni